BAL Lazio

Invito alla lettura

Invito alla lettura | Top news e altre storie per chiudere l’anno

Pubblicato lunedì 22 dicembre 2014

No, gli hacker non hanno sferrato un attacco micidiale al sito del BMJ, anche se una homepage dove campeggiano personaggi dei cartoni animati, titoli in cui si parla di videogiochi e del premio Darwin sulle differenze di genere nei comportamenti stupidamente rischiosi (oltre 200mila visualizzazioni, più di 30 risposte e un podcast di commento dal titolo lapidario “Men are idiots”, che lascia intuire le conclusioni dell’articolo), potrebbero farlo pensare. È solo il tradizionale fascicolo natalizio che chiude l’annata della rivista britannica: se gradite il senso dell’umorismo inglese, date un’occhiata.

Se poi volete dedicare qualche minuto a qualcosa di più serio, ma che abbia comunque una piccola dose di intrattenimento, visitate la pagina Image Challenge del New England Journal of Medicine che, come annuncia un banner, solo quest’anno è stata visitata quasi un milione di volte: a ogni puntata sono presentate foto di pazienti o radiografie affiancate dalla domanda sulla diagnosi più probabile (What is the most likely diagnosis?), con una serie di risposte tra le quali bisogna scegliere quella esatta. Sempre sul NEJM, sono dei gioiellini i NEJM Quick Take, brevi animazioni, molto efficaci, che sintetizzano i principali risultati di un articolo di ricerca. Infine su slideshare trovate una selezione di dieci articoli che, secondo la redazione del NEJM Journal Watch, hanno la possibilità di incidere sulla pratica clinica.

Nature dedica uno speciale al 2014. Troviamo una galleria di dieci personaggi che hanno lasciato il segno: per la medicina c’è Suzanne Topalian che ha svolto un ruolo chiave nella ricerca sull’immunoterapia che ha portato allo sviluppo di un nuovo farmaco per trattare il melanoma avanzato. Non si può non parlare di Ebola: Nature ha scelto una delle sue vittime, Sheik Humarr Khan, del team che ha compiuto i primi studi per sequenziare il virus nella sua Sierra Leone. Nella top ten anche Pete Frates, l’ideatore della Ice Bucket Challenge per sostenere la lotta contro la SLA. Per la medicina, l’ultima storia è quella di Masayo Takahashi, una delle protagoniste dell’impresa che ha portato a un trapianto di retina a partire da cellule staminali. Tra le notizie più lette, l’articolo WHO warns against ‘post-antibiotic’ era… Ma insomma, è quasi Natale, e ci eravamo ripromessi di trattare argomenti leggeri: allora provate a esplorare la pagina con i 100 articoli più citati di sempre. La bibliometria non vi appassiona? Guardate allora le immagini dell’anno, oppure cimentatevi nel quiz per verificare la vostra conoscenza sulle scoperte scientifiche del 2014, anche se come primo quiz si poteva scegliere di meglio

Il 2014, nell’ambito della salute, sarà ricordato per l’emergenza Ebola. Qui ricordiamo che l’ospedale romano Spallanzani (insieme all’Azienda Ospedaliera “L. Sacco” di Milano) è diventato il centro di riferimento nazionale: al personale sanitario e ai volontari impegnati nella lotta contro questa epidemia vanno i primi auguri per il nuovo anno, auguri che estendiamo a tutto il personale sanitario del Lazio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Una finestra sull’open access

  • BMC Family Practice
  • BMC Medical Education
  • BMC Nursing
  • BMJ Open
  • PLOS Medicine

Reset della password

Per favore inserisci la tua email. Riceverai una nuova password via email.