Uno studio ha fatto luce sull’efficacia dei farmaci antipsicotici nel prevenire le ricadute nei pazienti con schizofrenia e disturbo schizoaffettivo. La ricerca ha confrontato gli antipsicotici più recenti e la clozapina con l’antipsicotico più vecchio, l’aloperidolo, utilizzando dati provenienti sia da studi randomizzati controllati (RCT) sia da registri nazionali di pazienti di Svezia e Finlandia. …

Il talco è stato appena riclassificato come “probabile cancerogeno” dall'Organizzazione mondiale della sanità (OMS). Secondo gli esperti, le persone esposte al talco nel loro ambiente professionale hanno un rischio maggiore di sviluppare tumori. Un nuovo studio pubblicato su The Lancet Oncology e condotto da esperti dell'Agenzia internazionale per la ricerca sul cancro (IARC/IARC) e dell'Organizzazione …

I bambini nati da genitori obesi all’età di 17 anni hanno maggiori probabilità di esserlo alla stessa età. Questa è la scoperta di team di pediatri, epidemiologi e specialisti in medicina preventiva affiliati a diverse istituzioni in Israele e Danimarca. Nello studio, pubblicato su JAMA Network Open, il gruppo ha analizzato i dati raccolti durante …

In un video della serie Double Take pubblicato dal New England Journal of Medicine, il dottor Barzilay si sofferma sulle malattie acute legate al caldo, approfondendone i sintomi, le complicazioni e le strategie di gestione. Dal momento che le ondate di calore diventano sempre più frequenti e intense a causa dei cambiamenti climatici, la comprensione …

BAL Talks

Incontri informali sui temi che contano, rivolti a chi lavora nell’ambito della salute ma non soltanto, per favorire il dibattito e diffondere le conoscenze medico-scientifiche.

Ogni anno vengono pubblicati oltre cinque milioni di articoli scientifici, con trentamila riviste indicizzate nei database internazionali. Centotrenta milioni di ore di lavoro non remunerato da parte di medici e ricercatori per una peer review che mostra ormai la corda. Diecimila articoli ritirati. Dietro questi dati c’è un’industria valutata circa 30 miliardi di dollari che genera …

BAL TALKS

Ogni anno vengono pubblicati oltre cinque milioni di articoli scientifici, con trentamila riviste indicizzate nei database internazionali. Centotrenta milioni di ore di lavoro non remunerato da parte di medici e ricercatori per una peer review che mostra ormai la corda. Diecimila articoli ritirati. Dietro questi dati c’è un’industria valutata circa 30 miliardi di dollari che genera …

Non è un mistero che tra disturbi alimentari e social media intercorre un rapporto complesso e in parte controverso. Da un lato i social possono rappresentare una preziosa fonte di sostegno, di sensibilizzazione e di educazione sui problemi di salute mentale, compresi i disturbi alimentari (pensate anche soltanto alle cosiddette pagine di Recovery). Dall’altro costituiscono …

La medicina che ci viene proposta è sempre più incentrata su visite specialistiche e accertamenti, spesso costosi e sofisticati. È invece importante riflettere di più e osservare il contesto, perché la cura, per essere efficace, non può limitarsi a considerare soltanto sintomi e segni di malattia, ma deve focalizzarsi sul singolo paziente nel suo insieme. …

Molti genitori, ma anche molte persone che lavorano con i bambini, non immaginano quanto può rivelarsi decisivo il loro contributo per lo sviluppo cognitivo e socio-relazionale dei figli, in particolare nei primi anni di vita. D’altra parte se chi prende le decisioni a livello politico non mette in campo le risorse e le misure necessarie …

Come ha dimostrato la pandemia da covid-19, la comunicazione del rischio durante le emergenze sanitarie svolge un ruolo decisivo nel mantenere la sicurezza e proteggere la salute pubblica. Quando si verificano situazioni di crisi come epidemie, pandemie o altre emergenze sanitarie o climatiche come quelle che l’Italia sta vivendo in queste settimane, è essenziale fornire …

UpToDate

Risposte rapide ai quesiti della pratica clinica.
Come usare
| Consulta i
Come usare
Consulta i

Linee guida

Un aiuto nella ricerca delle linee guida nei siti più accreditati.

Seguici

eBook InPratica

Raccolte monografiche del Pensiero Scientifico Editore
Non sei un abbonato

Da uno studio pubblicato sul New England Journal of Medicine emerge che sono pochi i miglioramenti nei decessi per overdose di oppioidi con interventi basati sulla comunità. “Nell’analisi “intention-to-treat” i tassi di decessi per overdose da oppioidi erano simili tra il gruppo di intervento e il gruppo di controllo (47,2 decessi contro 51,7 per 100.000 …