Uno studio descrittivo qualitativo condotto da ricercatori finlandesi e pubblicato sul Journal of Advanced Nursing ha esplorato le percezioni degli operatori sanitari che lavorano nell’assistenza sanitaria primaria in materia di stili di vita sani per la prevenzione del diabete tipo 2 e di altre malattie croniche tra gli immigrati. Attraverso 4 focus group e interviste …

Nel contesto dello scenario bellico attuale, caratterizzato dall'impiego sempre più diffuso di armamenti tecnologicamente avanzati, l'Associazione Italiana di Epidemiologia (AIE) ha proposto un position paper per evidenziare le gravi conseguenze di questi conflitti sulla salute globale, un appello sottoscritto anche da molte altre associazioni di area biomedica (e ancora sottoscrivibile qui). Le parole crude ma …

Prendendo le mosse dal libro "Social fame" di Laura Dalla Ragione e Raffaela Vanzetta (Il Pensiero Scientifico Editore), nel corso della BAL Talk sono stati approfonditi gli aspetti più rilevanti del rapporto tra i social e i disturbi del comportamento alimentare, soffermandoci anche sulla questione più generale dell’influenza dei fattori "di società". In tre interviste …

BAL Talks

Incontri informali sui temi che contano, rivolti a chi lavora nell’ambito della salute ma non soltanto, per favorire il dibattito e diffondere le conoscenze medico-scientifiche.

Non è un mistero che tra disturbi alimentari e social media intercorre un rapporto complesso e in parte controverso. Da un lato i social possono rappresentare una preziosa fonte di sostegno, di sensibilizzazione e di educazione sui problemi di salute mentale, compresi i disturbi alimentari (pensate anche soltanto alle cosiddette pagine di Recovery). Dall’altro costituiscono …

BAL TALKS

Non è un mistero che tra disturbi alimentari e social media intercorre un rapporto complesso e in parte controverso. Da un lato i social possono rappresentare una preziosa fonte di sostegno, di sensibilizzazione e di educazione sui problemi di salute mentale, compresi i disturbi alimentari (pensate anche soltanto alle cosiddette pagine di Recovery). Dall’altro costituiscono …

La medicina che ci viene proposta è sempre più incentrata su visite specialistiche e accertamenti, spesso costosi e sofisticati. È invece importante riflettere di più e osservare il contesto, perché la cura, per essere efficace, non può limitarsi a considerare soltanto sintomi e segni di malattia, ma deve focalizzarsi sul singolo paziente nel suo insieme. …

Molti genitori, ma anche molte persone che lavorano con i bambini, non immaginano quanto può rivelarsi decisivo il loro contributo per lo sviluppo cognitivo e socio-relazionale dei figli, in particolare nei primi anni di vita. D’altra parte se chi prende le decisioni a livello politico non mette in campo le risorse e le misure necessarie …

Come ha dimostrato la pandemia da covid-19, la comunicazione del rischio durante le emergenze sanitarie svolge un ruolo decisivo nel mantenere la sicurezza e proteggere la salute pubblica. Quando si verificano situazioni di crisi come epidemie, pandemie o altre emergenze sanitarie o climatiche come quelle che l’Italia sta vivendo in queste settimane, è essenziale fornire …

L’Italia vanta il patrimonio artistico-culturale più ricco del mondo e anche i luoghi di cura non fanno eccezione. Molti ospedali storici hanno una vita millenaria fatta di valori, di opere d’arte, di architetture, di libri, insomma di cultura in senso più generale oltre che di innovazioni scientifiche. Nel corso della BAL Talk gli ospiti hanno …

I medical drama (produzioni con ambientazioni ospedaliere o comunque centrate anche sul lavoro in corsia) hanno indubbiamente segnato la storia recente delle serie tv, dai classici Dr. House, E.R, Grey’s Anatomy (il più longevo con le sue 19 stagioni) ai più recenti Scrubs, The Good Doctor fino ai successi italiani come Doc con Luca Argentero …

UpToDate

Risposte rapide ai quesiti della pratica clinica.
Come usare

Linee guida

Un aiuto nella ricerca delle linee guida nei siti più accreditati.

Seguici

eBook InPratica

Raccolte monografiche del Pensiero Scientifico Editore
Non sei un abbonato

Una revisione sistematica e una metanalisi hanno valutato l'efficacia delle farmacoterapie per l’AUD. L’abuso di alcol è la terza causa di decessi prevenibili negli Stati Uniti (145.000 ogni anno). Eppure, nonostante l’elevata prevalenza e mortalità associate al disturbo da uso di alcol (AUD), solo una piccola percentuale delle persone che ne soffrono riceve la farmacoterapia, …