BAL Lazio

Aree tematiche

Informazioni sulle norme sociali per l’abuso di alcol tra studenti universitari e dei College

Pubblicato mercoledì 30 Agosto 2017

Foxcroft DR, Moreira MT, Almeida Santimano NML, Smith LA. Social norms information for alcohol misuse in university and college students. Cochrane Database of Systematic Reviews 2015, Issue 12. Art. No.: CD006748. DOI: 10.1002/14651858.CD006748.pub4.

Background
L’assunzione di bevande alcoliche è influenzata dalla percezione dei giovani su come si comportano i loro coetanei rispetto al bere. Queste percezioni sono spesso scorrette e tendono a sovrastimare le abitudini dei coetanei rispetto all’assunzione di alcol. Se si riescono a modificare tali percezioni inesatte, i giovani potrebbero assumere meno alcol.

Obiettivi
Determinare se gli interventi sulle norme sociali riducano le conseguenze negative correlate all’assunzione di alcol tra gli studenti dei college e delle università, confrontando tali interventi con un controllo (che può variare dalla sola valutazione/nessun intervento fino ad altri interventi educativi o psicosociali)

Strategia di ricerca
Fino a luglio 2015 sono stati ricercati i seguenti database: il registro centrale Cochrane degli studi controllati (CENTRAL) (The Cochrane Library), MEDLINE, EMBASE, PsycINFO. CINAHL (solo fino a marzo 2008). Inoltre sono state considerate le referenze bibliografiche degli studi inclusi e sono state ricercate manualmente revisioni che consideravano questo tema. Non è stata applicata nessuna restrizione basata sul linguaggio.

Criteri di selezione degli studi
Studi controllati randomizzati o studi randomizzati per cluster che confrontavano interventi sulle norme sociali verso nessun intervento, opuscolo con informazioni educative sull’uso di alcol, o altri interventi che prevedevano feedback sull’uso di alcol che non riguardavano le norme sociali e riportavano il consumo di alcol e i problemi a esso correlati tra gli studenti dei College e delle Università.

Raccolta e analisi dei dati
È stata utilizzata la metodologia standard Cochrane. Ogni singolo risultato è stato analizzato considerando la modalità con cui l’intervento di feedback sulle percezioni delle norme sociali veniva offerto: per posta (MF); per web / computer (WF); individuale faccia a faccia (IFF); di gruppo faccia a faccia (GFF); e attraverso campagne di marketing (MC).

Risultati principali
Sono stati inclusi 70 studi (44.958 partecipanti) nella review e 63 studi (42.784 partecipanti) nelle sintesi statistiche (meta-analisi). Complessivamente la valutazione dei rischi di distorsione mostrava che questi studi erano di qualità moderata o bassa. I risultati a quattro o più mesi dopo l’intervento erano di particolare interesse per valutare quando gli effetti perduravano anche oltre il breve termine. Abbiamo riportato gli effetti aggregati dei vari modi di offerta dei trattamenti di feedback solo per le analisi per le quali l’eterogeneità tra i modi di consegna non era alta (I2 <50%).

Problemi legati all’uso di alcol, follow-up a 4 mesi o più: IFF, 11 studi, 2.327 partecipanti: SMD -0.147 (95% IC da -0.24 a -0.04), qualità delle prove moderata, il dato equivale a una diminuzione di 1.28 punti su una scala di 69 punti. Non è stato trovato alcun effetto per WF o MF.

Sbronze al follow-up a 4 mesi o più, risultati aggregati per le diverse modalità di offerta, 16 studi, 11.292 partecipanti: SMD -0.06 (95% IC da -0.11 a -0.02), qualità delle prove moderata, il dato equivale a una diminuzione del 2.7% di individui che si sbronzano se la prevalenza mensile era di 43.9%.

Quantità di alcol assunta al follow-up a 4 mesi o più, risultati aggregati per le diverse modalità di offerta, 32 studi, 21.169 partecipanti: SMD -0.08 (95% IC da -0.12 a -0.04), qualità delle prove moderata, il dato equivale a una riduzione pari a 0.9 bevande alcoliche consumate a settimana, partendo da una base di 13.7 bevande alcoliche consumate a settimana.

Frequenza del bere al follow-up a 4 mesi o più: WF, 10 studi, 9.929 partecipanti: SMD -0.11 (95% IC da -0.17 a -0.04), qualità delle prove moderata, il dato equivale a una diminuzione di 0.17 giorni in cui si assume alcol a settimana, partendo da una base di 2.74 giorni di assunzione di alcol a settimana; IFF, 8 studi, 1.464 partecipanti: SMD -0.21 (95% IC da -0.31 a -0.10), qualità delle prove moderata, il dato equivale a una diminuzione di 0.32 giorni in cui si assume alcol a settimana, partendo da una base di 2.74 giorni di assunzione di alcol a settimana. Non sono stati evidenziati effetti per GFF o MC.

Picco di alcolemia ematica (BAC) al follow-up a 4 mesi o più, risultati aggregati per le diverse modalità di offerta, 11 studi, 7.198 partecipanti: SMD -0.08, (95% IC da -0.17 a 0.00), qualità delle prove bassa, il dato equivale a una riduzione del picco alcolemico da una media di 0.144% ad una di 0.135%. Non sono stati evidenziati effetti per IFF.

Conclusioni degli autori
I risultati di questa revisione indicano che non vi sono benefici sostanziali degli interventi basati sulle norme sociali per la prevenzione dell’abuso di alcol tra gli studenti dei College e delle Università. Sebbene siano state trovate delle prove di efficacia, considerando le scale utilizzate negli studi inclusi in questa revisione, la dimensione dell’effetto è troppo piccola per essere considerata rilevante ai fini della pratica clinica e delle politiche sanitarie. Inoltre gli effetti significativamente favorevoli non erano coerenti per tutti gli esiti considerati; in alcune analisi l’eterogeneità era alta e non è stato possibile escludere che i rischi di distorsione abbiano influito sulla positività dei risultati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Accedi agli articoli

Currie JM et al. Prescribing of opioid analgesics and buprenorphine for opioid use disorder during the covid-19 pandemic. JAMA Netw Open 2021;4(4):e216147.

Marson A, Burnside G, Appleton R, et al.; SANAD II collaborators. The SANAD II study of the effectiveness and cost-effectiveness of valproate versus levetiracetam for newly diagnosed generalised and unclassifiable epilepsy: an open-label, non-inferiority, multicentre, phase 4, randomised controlled trial. Lancet 2021;397(10282):1375-1386.

Marson A, Burnside G, Appleton R, et al.; SANAD II collaborators. The SANAD II study of the effectiveness and cost-effectiveness of levetiracetam, zonisamide, or lamotrigine for newly diagnosed focal epilepsy: an open-label, non-inferiority, multicentre, phase 4, randomised controlled trial. Lancet 2021;397(10282):1363-1374.

Zichi C et al. Adoption of multiple primary endpoints in phase III trials of systemic treatments in patients with advanced solid tumours. A systematic review. Eur j Canc 2021;149:49-60.

Seidler AN et al.; on behalf of the International Liaison Committee On Resuscitation Neonatal Life Support Task Force. Umbilical cord management for newborns <34 weeks' gestation: a meta-analysis. Pediatrics 2021; 147 (3) e20200576.

Gabrhelík R et al. Cannabis use during pregnancy and risk of adverse birth outcomes: a longitudinal cohort study. Eur Addict Res 2020. doi: 10.1159/000510821e

Ouldali N et al. Association of intravenous immunoglobulins plus methylprednisolone vs immunoglobulins alone with course of fever in multisystem inflammatory syndrome in children. JAMA. February 1, 2021. Epub ahead of print. doi:10.1001/jama.2021.0694

Freedman RA et al. Individualizing surveillance mammography for older patients after treatment for early-stage breast cancer: multidisciplinary expert panel and International Society of Geriatric Oncology Consensus Statement. JAMA Oncol. Published online January 28, 2021. doi:10.1001/jamaoncol.2020.7582

Fontanella CA et al. Association of cannabis use with self-harm and mortality risk among youths with mood disorders. JAMA Pediatr. Published online January 19, 2021. doi:10.1001/jamapediatrics.2020.5494

Una finestra sull’open access

  • BMC Family Practice
  • BMC Medical Education
  • BMC Nursing
  • BMJ Open
  • PLOS Medicine

Reset della password

Per favore inserisci la tua email. Riceverai una nuova password via email.