BAL Lazio

Invito alla lettura

Invito alla lettura | Dall’India all’Italia per una ricerca migliore

Pubblicato lunedì 1 Dicembre 2014

22° Cochrane Colloquium: Evidence-informed public health: Opportunities and challenges

Sarebbe stato bello andare Hyderabad, in India, per il 22° Cochrane Colloquium “Evidence-informed public health: Opportunities and challenges”: la buona notizia è che sul sito della Cochrane Collaboration, dopo poco più di un mese, è già disponibile moltissimo materiale, non solo abstract e video.

Tra le News trovate, per esempio, un’intervista a Gordon Guyatt (Department of Clinical Epidemiology & Biostatistics, Mc Master University) che nel corso del Colloquium ha presentato la terza edizione di “The Users’ Guide to the Medical Literature” e che, tra l’altro, ha consigliato di usare le linee guida come fossero cipolle, con un approccio che va sempre più in profondità “perché la decisione giusta per il trattamento potrebbe differire a seconda dei pazienti: se il medico si ferma al primo strato, il/la paziente non sarà in grado di comprendere abbastanza per partecipare a un processo decisionale condiviso”. Peter Gøtzsche, direttore del Nordic Cochrane Centre, ha ricordato che le persone non sono come le automobili, quindi non hanno bisogno di fare il “tagliando”, cioè i check-up, perché a differenza delle automobili “gli essere umani possono guarire da soli”. Una revisione sistematica Cochrane, “General health checks in adults for reducing morbidity and mortality from disease”, di cui  Gøtzsche è coautore, ha dimostrato che i controlli periodici “non servono e non diminuiscono la mortalità; vengono però formulate diagnosi inutili a persone sane, e che possono danneggiarle”: in seguito a tale revisione, il governo danese ha deciso di non introdurre i controlli generali di salute. Nell’intervista ha anche ricordato la sua battaglia contro l’EMA per avere accesso ai protocolli degli studi clinici su farmaci. Linda Bero (University of Sydney) racconta come è nata la partnership della Cochrane Collaboration con l’OMS mentre David Tovey, Editor-in-Chief della Cochrane Library, parla dell’importanza della collaborazione con Wikipedia per rendere le evidenze accessibili, in molte lingue, a un pubblico sempre più vasto. Da leggere anche il post pubblicato da poco, dove Tovey condivide alcune riflessioni a conclusione dell’evento.
Qui, una selezione di tweet sul Cochrane Colloquium.

COMET (Core Outcome Measures in Effectiveness Trials)

E ora, prendendo un passaggio da una cometa, passiamo da Hyderabad a Roma, dove il 19 e 20 novembre si è svolto l’incontro della COMET initiative. In un articolo del COMET team (M Clarke, L Gargon, P Williamson, D Altman, J Blazeby, H Bagley) curato, nell’edizione italiana, da Laura Amato e Luca De Fiore, i punti essenziali dell’iniziativa COMET. Qui ne riportiamo un estratto.

Cosa è COMET e come può essere d’aiuto?
La sigla COMET sta per ‘Core Outcome Measures in Effectiveness Trials’ Initiative. È un progetto che ha l’obiettivo che tutti gli studi controllati randomizzati considerino i set di esiti essenziali. È animata da persone provenienti da tutto il mondo e coinvolte a vario titolo in differenti aree relative all’assistenza sanitaria e sociale. COMET è stato sviluppato per favorire il processo sopra descritto in vari modi:

  • rendere disponibile una banca dati dove ricercatori, clinici e pazienti possano trovare i set di esiti essenziali già individuati o in fase di sviluppo;
  • offrire materiali di supporto ai gruppi che lavorano per la definizione dei set di esiti essenziali.

Chiunque può accedere a questo database attraverso il sito COMET che è libero e gratuito: comet-initiative.org.
Inoltre, proprio per sviluppare queste risorse, COMET sta lavorando con la Collaborazione Cochrane e con altre importanti agenzie per:

  • aumentare il numero dei set di esiti essenziali;
  • accrescere la consapevolezza della necessità e dell’esistenza di tali set;
  • stabilire metodi per lo sviluppo di questi set.

COMET è sovvenzionata dall’UK Medical Research Council e dall’Unione Europea e ha legami con numerosi ricercatori nel mondo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Accedi agli articoli

Zichi C et al. Adoption of multiple primary endpoints in phase III trials of systemic treatments in patients with advanced solid tumours. A systematic review. Eur j Canc 2021;149:49-60.

Seidler AN et al.; on behalf of the International Liaison Committee On Resuscitation Neonatal Life Support Task Force. Umbilical cord management for newborns <34 weeks' gestation: a meta-analysis. Pediatrics 2021; 147 (3) e20200576.

Gabrhelík R et al. Cannabis use during pregnancy and risk of adverse birth outcomes: a longitudinal cohort study. Eur Addict Res 2020. doi: 10.1159/000510821e

Ouldali N et al. Association of intravenous immunoglobulins plus methylprednisolone vs immunoglobulins alone with course of fever in multisystem inflammatory syndrome in children. JAMA. February 1, 2021. Epub ahead of print. doi:10.1001/jama.2021.0694

Freedman RA et al. Individualizing surveillance mammography for older patients after treatment for early-stage breast cancer: multidisciplinary expert panel and International Society of Geriatric Oncology Consensus Statement. JAMA Oncol. Published online January 28, 2021. doi:10.1001/jamaoncol.2020.7582

Fontanella CA et al. Association of cannabis use with self-harm and mortality risk among youths with mood disorders. JAMA Pediatr. Published online January 19, 2021. doi:10.1001/jamapediatrics.2020.5494

Goldenberg JZ et al. Efficacy and safety of low and very low carbohydrate diets for type 2 diabetes remission: systematic review and meta-analysis of published and unpublished randomized trial data. BMJ 2021;372:m4743

Huang J, Yang F, Chien W, et al. Risk of substance use disorder and its associations with comorbidities and psychotropic agents in patients with autism. JAMA Pediatr. Published online January 04, 2021.

Ezekowitz JA et al. Is there a sex gap in surviving an acute coronary syndrome or subsequent development of heart failure? Circulation, 30 november 2020.

Una finestra sull’open access

  • BMC Family Practice
  • BMC Medical Education
  • BMC Nursing
  • BMJ Open
  • PLOS Medicine

Reset della password

Per favore inserisci la tua email. Riceverai una nuova password via email.