Home / Notizie / Arachidi: prevenire l’allergia mangiandole…

Arachidi: prevenire l’allergia mangiandole da bambini

Dare regolarmente arachidi ai bambini, dalla primissima infanzia fino ai cinque anni, ha ridotto del 71% il tasso di allergia alle arachidi nell’adolescenza. In sostanza questi nuovi risultati forniscono prove conclusive del fatto che l’introduzione precoce delle arachidi nella dieta dei bambini consente di prevenire a lungo termine l’allergia alle arachidi. I risultati dello studio LEAP-Trio sono stati pubblicati oggi nel NEJM Evidence dai ricercatori del King’s College di Londra.

L’allergia alle arachidi è in aumento nei paesi occidentali. La prevalenza dell’allergia alle arachidi è di circa il 2% nei bambini piccoli in Nord America, Regno Unito, Europa occidentale e Australia.

La ricerca, basata sui risultati dello studio clinico Learning Early About Peanut Allergy (LEAP). Nel primo esperimento, a metà dei partecipanti è stato chiesto di consumare regolarmente arachidi dall’infanzia fino ai 5 anni, mentre all’altra metà è stato chiesto di evitare le arachidi durante quel periodo. I ricercatori hanno scoperto che l’introduzione precoce delle arachidi riduceva del 81% il rischio di allergia alle arachidi all’età di 5 anni.

I ricercatori hanno seguito entrambi i gruppi dai 6 ai 12 anni o più. In quel periodo, i bambini potevano scegliere di mangiare arachidi nella quantità e nella frequenza che desideravano. Hanno scoperto che il 15,4% dei partecipanti del gruppo che evitava le arachidi nella prima infanzia e il 4,4% del gruppo che consumava arachidi nella prima infanzia avevano avuto un’allergia alle arachidi all’età di 12 anni o più.

Questi risultati mostrano che il consumo regolare e precoce di arachidi riduce il rischio di allergia alle arachidi nell’adolescenza del 71% rispetto all’evitamento precoce delle arachidi.

I ricercatori hanno anche scoperto che, sebbene i partecipanti al gruppo LEAP di consumo di arachidi mangiassero più arachidi durante l’infanzia rispetto agli altri partecipanti in generale, la frequenza e la quantità di arachidi consumate variava ampiamente in entrambi i gruppi e includeva periodi in cui non i partecipanti mangiavano arachidi. Questo dimostra che l’effetto protettivo del consumo precoce di arachidi dura senza la necessità di mangiare costantemente prodotti a base di arachidi durante l’infanzia e la prima adolescenza.

Il team di studio LEAP-Trio ha testato gli adolescenti per l’allergia alle arachidi principalmente attraverso un test alimentare orale. Ciò ha comportato la somministrazione ai partecipanti di quantità gradualmente crescenti di arachidi in un ambiente attentamente controllato per determinare se potevano consumare in sicurezza almeno 5 grammi di arachidi, l’equivalente di più di 20 arachidi.

Il team di ricerca ha anche intervistato i partecipanti sui loro recenti modelli di consumo di arachidi e ha verificato le auto-valutazioni attraverso misurazioni delle arachidi nella polvere dei letti dei partecipanti, una tecnica precedentemente convalidata dai ricercatori LEAP.

Fonte
Du Toit G et al.; Immune Tolerance Network LEAP-Trio Trial Team. Follow-up to adolescence after early peanut introduction for allergy prevention. NEJM Evid 2024;3(6):EVIDoa2300311.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *