BAL Lazio

Notizie

Consumo di caffè e mortalità

Pubblicato venerdì 3 Giugno 2022

Secondo un ampio studio di coorte prospettico, un consumo moderato di caffè (con o senza zucchero) è associato a una riduzione del rischio di morte.

Per giungere a questi risultati i ricercatori hanno utilizzato la UK Biobank, che ha reclutato circa mezzo milione di partecipanti nel Regno Unito tra il 2006 e il 2010 che sono stati sottoposti a una varietà di questionari, interviste, misurazioni fisiche e test medici. Di questo gruppo 171.616 hanno completato almeno un questionario dietetico e soddisfatto i criteri dello studio, inclusi l’assenza di cancro o di malattie cardiovascolari al momento dell’arruolamento.

Dai questionari è emerso che il 55,4% dei partecipanti ha bevuto caffè senza dolcificanti, il 14,3% ha bevuto caffè con zucchero, il 6,1% ha bevuto caffè con dolcificante artificiale e il 24,2% non ha bevuto caffè affatto. I bevitori di caffè sono stati ulteriormente suddivisi in gruppi in base a quante tazze di caffè bevevano al giorno.

Nel corso di circa 7 anni sono morti 3177 partecipanti, di cui 1725 per cancro e 628 per malattie cardiovascolari.

Dopo aver tenuto conto di altri fattori che potrebbero avere un impatto sul rischio di morte, come le scelte di stile di vita, i ricercatori hanno scoperto che i bevitori di caffè avevano una probabilità significativamente inferiore di morire per qualsiasi causa, malattie cardiovascolari o cancro, rispetto a quelli che non bevevano affatto caffè. Questo vantaggio è stato osservato per tutti i tipi di caffè, comprese le varietà macinate, istantanee e decaffeinate. Gli effetti protettivi del caffè erano più evidenti nelle persone che bevevano da due a quattro tazze al giorno, tra le quali la morte era circa il 30% meno probabile, indipendentemente dal fatto che aggiungessero o meno zucchero al caffè. Gli individui che hanno bevuto caffè con dolcificante artificiale non hanno vissuto significativamente più a lungo di quelli che non hanno bevuto caffè del tutto; tuttavia, i ricercatori hanno suggerito che questo risultato potrebbe essere stato distorto da tassi più elevati di fattori di salute negativi, come obesità e ipertensione, nel gruppo dei dolcificanti artificiali.

Liu e colleghi hanno notato che lao loro ricerca è in linea con quelle precedenti che collegavano il consumo di caffè con la sopravvivenza. Come in quegli studi i dati attuali hanno rivelato una curva dei benefici a “U”, in cui un consumo moderato di caffè era associato a una vita più lunga, mentre un consumo basso o nullo e un consumo elevato non lo erano.

Fonte
Liu D et al. Association of Sugar-Sweetened, Artificially Sweetened, and Unsweetened Coffee Consumption With All-Cause and Cause-Specific Mortality : A Large Prospective Cohort Study. Ann Intern Med 2022 May 31. doi: 10.7326/M21-2977. Epub ahead of print. PMID: 35635846.

Tagged ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Accedi agli articoli

McDonagh MS et al. Cannabis-based products for chronic pain : a systematic review. Ann Intern Med. 2022 Jun 7. doi: 10.7326/M21-4520. Epub ahead of print. PMID: 35667066.

Global Burden of Disease 2019 Cancer Collaboration et al. Cancer Incidence, Mortality, Years of Life Lost, Years Lived With Disability, and Disability-Adjusted Life Years for 29 Cancer Groups From 2010 to 2019: A Systematic Analysis for the Global Burden of Disease Study 2019. JAMA Oncol 2022;8(3):420-444.

Dehmer SP et al. Aspirin use to prevent cardiovascular disease and colorectal cancer: a decision analysis: technical report [Internet]. Rockville (MD): Agency for Healthcare Research and Quality (US); 2015 Sep. Report No.: 15-05229-EF-1.

Ezekowitz JA et al.; SODIUM-HF Investigators. Reduction of dietary sodium to less than 100 mmol in heart failure (SODIUM-HF): an international, open-label, randomised, controlled trial. Lancet 2022:S0140-6736(22)00369-5.

Fang Z et al. The role of mendelian randomization studies in deciphering the effect of obesity on cancer. JNCI: Journal of the National Cancer Institute 2022; 114 (3); 361-71.

Wong Chung JERE et al. Time to functional recovery after laser tonsillotomy performed under local anesthesia vs conventional tonsillectomy with general anesthesia among adults: a randomized clinical trial. JAMA Netw Open 2022;5(2):e2148655. JAMA Netw Open. 2022;5(2):e2148655.

Sundbøll J. Risk of parkinson disease and secondary parkinsonism in myocardial infarction survivors. Journal of the American Heart Association 2022; doi: 10.1161/JAHA.121.022768

Ferroni E et al. Gender related differences in gastrointestinal bleeding with oral anticoagulation in atrial fibrillation. J Cardiovasc Pharmacol Ther 2022;27:10742484211054609.

Lowenstein M et al. Sustained implementation of a multicomponent strategy to increase emergency department-initiated interventions for opioid use disorder. Ann Emerg Med 2021:S0196-0644(21)01380-9.

Okereke OI et al. Effect of long-term supplementation with marine omega-3 fatty acids vs placebo on risk of depression or clinically relevant depressive symptoms and on change in mood scores: a randomized clinical trial. JAMA 2021;326(23):2385-2394.

Gaillard EA et al. European Respiratory Society clinical practice guidelines for the diagnosis of asthma in children aged 5-16 years. Eur Respir J 2021;58(5):2004173.

Una finestra sull’open access

  • BMC Family Practice
  • BMC Medical Education
  • BMC Nursing
  • BMJ Open
  • PLOS Medicine