Cosa manca nella comunicazione medico-paziente

In una recente surevy condotta tra i sopravvissuti al tumore, sono emerse tendenze sulla comunicazione tra pazienti e medici che destano un certo allarme e che sottolineano il profondo impatto che queste carenze possono avere sui risultati dell’assistenza sanitaria. L’indagine ha rivelato che le interruzioni della comunicazione riscontrate più spesso riguardano proprio il mancato scambio di informazioni.

Gli intervistati hanno citato casi in cui i medici hanno fornito informazioni troppo complesse o insufficienti, ma anche casi in cui sono mancate informazioni fondamentali per i pazienti o operatori sanitari non le hanno fornite nel modo corretto. Da questi problemi di comunicazione possono derivare conseguenze di notevole portata: peggiorare l’aderenza ai protocolli di prevenzione, screening e trattamento, oltre che minare il rapporto paziente-medico e accentuare le disuguaglianze sanitarie.

Per affrontare questi problemi, secondo un editoriale pubblicato sul JAMA, i medici devono attenersi a quattro responsabilità comunicative fondamentali:

Scoprire le convinzioni e le conoscenze del paziente: stabilire un rapporto di fiducia e di rispetto con i pazienti pone le basi per una comunicazione efficace. I medici devono raccogliere attivamente il punto di vista, le convinzioni, le preoccupazioni e le esigenze del paziente per comprendere meglio le sue aspettative riguardo ai test, ai trattamenti e ai risultati.

Fornire informazioni accurate e comprensibili: non è sufficiente fornire semplicemente informazioni mediche. I medici devono presentare le informazioni in modo da favorire la comprensione del paziente, utilizzando metodi complementari come materiali scritti, immagini e video, soprattutto per i pazienti con barriere linguistiche.

Promuovere la credibilità delle informazioni: la fiducia nelle informazioni mediche è fondamentale e i medici devono assicurarsi che i pazienti li percepiscano come fonti affidabili. Ciò implica non solo la trasmissione di fatti scientifici, ma anche l’affermazione dei valori del paziente, affrontare preventivamente le informazioni false e inquadrarle comunque all’interno di narrazioni coinvolgenti.

Verificare la comprensione: Una comunicazione efficace richiede la verifica della comprensione, soprattutto delle informazioni chiave. Tecniche come i metodi di apprendimento a posteriori e la sollecitazione di domande consentono ai medici di assicurarsi che le informazioni siano state comprese correttamente.

I risultati in generale sottolineano l’importanza di una comunicazione efficace nell’erogazione dell’assistenza sanitaria, evidenziando la necessità per i medici di impiegare strategie utili per migliorare lo scambio di informazioni accurate, incoraggiare il coinvolgimento dei pazienti e migliorare i risultati dell’assistenza sanitaria.

Fonte
Cappella JN, Street RL. Delivering effective messages in the patient-clinician encounter. JAMA. Published online February 01, 2024. doi:10.1001/jama.2024.0371

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *