Home / Notizie / Covid-19: l’impatto sui trend di mortalità…

Covid-19: l’impatto sui trend di mortalità e l’aspettativa di vita

Uno studio pubblicato su The Lancet ha illustrato le tendenze demografiche globali dal 1950 al 2021.  Il Global Burden of Diseases, Injuries, and Risk Factors Study (GBD) 2021 fa luce in paticolare sulla mortalità, l’aspettativa di vita e la crescita della popolazione, con particolare attenzione alla significativa influenza della pandemia di covid-19 in 204 paesi e 811 località subnazionali.

Dalla pandemia è arrivato forte e chiaro un richiamo all’importanza fondamentale di comprendere i cambiamenti demografici per informare le politiche di salute pubblica e prepararsi alle sfide future. Analizzando i tassi di mortalità, l’aspettativa di vita e le dinamiche demografiche, lo studio si propone di fornire preziose indicazioni sui rischi per la salute, contribuire all’allocazione delle risorse e guidare le strategie di pianificazione dello sviluppo.

Dai risultati emerge un calo sostanziale dei tassi di mortalità globale per tutte le cause (-62,8%), standardizzati per età, dal 1950 al 2019. La pandemia COVID-19 ha interrotto queste tendenze al ribasso, in particolare tra gli individui di età pari o superiore ai 15 anni, evidenziando il profondo impatto della pandemia sui risultati sanitari globali.

Inoltre, mentre l’aspettativa di vita è aumentata costantemente a livello globale negli ultimi decenni, la pandemia ha portato a una notevole diminuzione dell’aspettativa di vita in tutte le regioni. Lo studio stima lo sconcertante numero di 5,89 milioni e 9,97 milioni di morti in eccesso a livello globale, rispettivamente per il 2020 e il 2021, sottolineando il devastante tributo pagato alla pandemia in termini di vite umane.

L’analisi rivela anche variazioni significative nell’andamento della mortalità e dell’aspettativa di vita nelle diverse regioni e Paesi. Anche se i livelli più elevati dell’Indice socio-demografico (SDI) sono generalmente correlati ad aspettative di vita più lunghe, lo studio evidenzia la complessa interazione dei fattori che influenzano gli esiti della pandemia, con livelli di SDI più elevati non costantemente associati a tassi di mortalità in eccesso più bassi.

Infine lo studio evidenzia i cambiamenti nelle dinamiche demografiche globali, con la maggior parte della crescita della popolazione concentrata nell’Africa subsahariana, nell’Asia meridionale e nel Sud-est asiatico. Da notare, tra le tendenze a livello mondiale, che in molti Paesi si è registrato un notevole aumento della percentuale di popolazione di età pari o superiore a 65 anni.

Fonte

GBD 2021 Demographics Collaborators. Global age-sex-specific mortality, life expectancy, and population estimates in 204 countries and territories and 811 subnational locations, 1950-2021, and the impact of the COVID-19 pandemic: a comprehensive demographic analysis for the Global Burden of Disease Study 2021. Lancet 2024:S0140-6736(24)00476-8.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *