BAL Lazio

Notizie

Covid-19: una malattia, molte domande

Pubblicato lunedì 23 Marzo 2020

Terza serie di “domande e risposte” sul Coronavirus 2019 a cura del sito Dottore, ma è vero che…?, ideato dalla FNOMCeO con l’obiettivo di offrire alla popolazione un’informazione accessibile, scientificamente solida e trasparente, e ai professionisti strumenti comunicativi nuovi per migliorare il rapporto tra medico e paziente. Sono disponibili anche la prima e la seconda parte.

Di fronte al SARS-CoV-2 siamo tutti uguali?

Di fronte al SARS-CoV-2 siamo tutti uguali?
Come avviene per tutte le malattie, anche nei confronti del virus SARS-CoV-2 non tutti siamo esposti al contagio e alle sue conseguenze nella stessa maniera.

In particolare i dati dimostrano che il virus provoca in proporzione più morti tra la popolazione anziana rispetto a quella più giovane. Si registrano poi tassi di letalità maggiori nel caso delle persone che soffrono contemporaneamente di altre patologie (malattie cardiovascolari e diabete, ma anche malattie respiratorie croniche, ipertensione e tumori). Infine, i dati dell’Istituto Superiore di Sanità indicano che Covid-19 ha un maggior tasso di letalità nella popolazione maschile, ma sulle ragioni di questa differenza, anche se ci sono ipotesi, non è ancora stata fatta luce.

Questo sul fronte sanitario. Ma la pandemia di Covid-19 minaccia di avere anche altre conseguenze che potrebbero colpire la popolazione in modo non omogeneo, rafforzando le disuguaglianze sociali ed economiche (leggi la scheda).


Per prevenire il contagio da coronavirus (SARS-CoV-2) è indispensabile indossare una mascherina?Per prevenire il contagio da coronavirus (SARS-CoV-2) è indispensabile indossare una mascherina?
Le mascherine funzionano (in parte) quando sono della migliore qualità e vengono usate nel modo giusto, purtroppo però le cattive abitudini e la falsa percezione di sicurezza possono renderle più un problema che una risorsa. Esistono infatti vari tipi di mascherine, per alcuni gli studi hanno dimostrato che non garantiscono una protezione sufficiente dai virus. È poi importante utilizzarle quando c’è reale necessità, attenendosi soprattutto alle precauzioni indicate come più importanti: dal lavaggio accurato delle mani a evitare di frequentare posti affollati (leggi la scheda).


Esiste un farmaco russo che cura la Covid-19?Esiste un farmaco russo che cura la Covid-19?
Si rincorrono in questa fase notizie più o meno fantasiose sull’efficacia di alcuni farmaci nei confronti dell’infezione Covid-19. L’Ardidol (principio attivo Umifenovir) è uno di questi. Si tratta di un antivirale, una categoria controversa di farmaci che dovrebbe agire sui meccanismi di replicazione dei virus e sulla risposta immunitaria per mitigare o abbreviare la malattia. Il farmaco non è in vendita in Italia e negli Stati Uniti, ma ne esistono altri simili utilizzati anche in Europa. A oggi comunque non ci sono prove scientifiche affidabili sulla sua efficacia e gli studi che lo riguardano sono abbastanza discutibili e pubblicati su riviste a basso impatto (leggi la scheda).

One thought on “Covid-19: una malattia, molte domande”

  1. germana cesarano ha detto:

    una persona positiva ma asintomatica per quanto tempo è contagiosa?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Accedi agli articoli

Alemany S, Avella-García C, Liew Z, et al. Prenatal and postnatal exposure to acetaminophen in relation to autism spectrum and attention-deficit and hyperactivity symptoms in childhood: Meta-analysis in six European population-based cohorts. Eur J Epidemiol (2021). https://doi.org/10.1007/s10654-021-00754-4

Salazar de Pablo G et al. Universal and selective interventions to prevent poor mental health outcomes in young people: systematic review and meta-analysis. Harvard Review of Psychiatry 2021;29 (3) 196-215.

Currie JM et al. Prescribing of opioid analgesics and buprenorphine for opioid use disorder during the covid-19 pandemic. JAMA Netw Open 2021;4(4):e216147.

Marson A, Burnside G, Appleton R, et al.; SANAD II collaborators. The SANAD II study of the effectiveness and cost-effectiveness of valproate versus levetiracetam for newly diagnosed generalised and unclassifiable epilepsy: an open-label, non-inferiority, multicentre, phase 4, randomised controlled trial. Lancet 2021;397(10282):1375-1386.

Marson A, Burnside G, Appleton R, et al.; SANAD II collaborators. The SANAD II study of the effectiveness and cost-effectiveness of levetiracetam, zonisamide, or lamotrigine for newly diagnosed focal epilepsy: an open-label, non-inferiority, multicentre, phase 4, randomised controlled trial. Lancet 2021;397(10282):1363-1374.

Zichi C et al. Adoption of multiple primary endpoints in phase III trials of systemic treatments in patients with advanced solid tumours. A systematic review. Eur j Canc 2021;149:49-60.

Seidler AN et al.; on behalf of the International Liaison Committee On Resuscitation Neonatal Life Support Task Force. Umbilical cord management for newborns <34 weeks' gestation: a meta-analysis. Pediatrics 2021; 147 (3) e20200576.

Gabrhelík R et al. Cannabis use during pregnancy and risk of adverse birth outcomes: a longitudinal cohort study. Eur Addict Res 2020. doi: 10.1159/000510821e

Ouldali N et al. Association of intravenous immunoglobulins plus methylprednisolone vs immunoglobulins alone with course of fever in multisystem inflammatory syndrome in children. JAMA. February 1, 2021. Epub ahead of print. doi:10.1001/jama.2021.0694

Una finestra sull’open access

  • BMC Family Practice
  • BMC Medical Education
  • BMC Nursing
  • BMJ Open
  • PLOS Medicine

Reset della password

Per favore inserisci la tua email. Riceverai una nuova password via email.