BAL Lazio

Notizie

Depressione: Omega-3 e placebo a confronto

Pubblicato giovedì 12 Novembre 2015

Secondo una revisione Cochrane pubblicata da poco, non ci sono prove sufficienti sull’efficacia degli acidi grassi Omega-3 nel trattamento della depressione maggiore.

I risultati principali: sono stati raccolti dati da 25 trial randomizzati su 1438 persone che hanno confrontato l’impatto della somministrazione di integratori a base di acidi grassi Omega-3 (n-3PUFA) in capsule contro placebo e uno studio che confrontava gli Omega-3 con il trattamento farmacologico (n = 40). In confronto a placebo, l’integrazione con Omega-3 ha comportato un beneficio da lieve e modesto per la sintomatologia depressiva: -0.32 (95% Intervallo di confidenza (IC) da -0.12 a -0.52), ma è improbabile che tale effetto sia clinicamente rilevante. Gli eventi avversi erano simili nel gruppo placebo e nel gruppo trattato con Omega-3; anche per gli altri esiti considerati non sono stati evidenziati effetti significativi a favore dell’Omega-3. Nell’unico studio che confrontava Omega-3 e farmaci antidepressivi sono stati rilevati benefici comparabili; per quest’ultimo studio non sono stati valutati gli eventi avversi.

Nel complesso, gli autori evidenziano una bassa qualità delle evidenze. “Attualmente non abbiamo sufficienti evidenze di alta qualità per stabilire quali siano gli effetti degli acidi grassi Omega-3 nel trattamento del disturbo depressivo maggiore”, ha dichiarato la responsabile dello studio, Katherine Appleton della Bournemouth University, e ha aggiunto: “È importante che le persone che soffrono di depressione siano consapevoli di questo, in modo che possano compiere scelte più informate”.

Fonte:
Appleton KM, Sallis HM, Perry R, Ness AR, Churchill R. Omega-3 fatty acids for depression in adults. Cochrane Database of Systematic Reviews 2014, Issue 5 . Art. No.: CD004692. DOI: 10.1002/14651858.CD004692.pub3.

Vedi anche l’articolo UpToDate Unipolar major depression in adults: Choosing initial treatment

Archiviato in ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Accedi agli articoli

Levis B. Accuracy of the PHQ-2 alone and in combination with the PHQ-9 for screening to detect major depression: systematic review and meta-analysis. JAMA 2020;323(22):2290-2300.

NCD Risk Factor Collaboration (NCD-RisC). Repositioning of the global epicentre of non-optimal cholesterol. Nature 2020 Jun;582(7810):73-77. doi: 10.1038/s41586-020-2338-1. Epub 2020 Jun 3.

Hsiang S et al. The effect of large-scale anti-contagion policies on the COVID-19 pandemic. Nature 2020 Jun 8. doi: 10.1038/s41586-020-2404-8. Online ahead of print.

Flaxman S. Estimating the effects of non-pharmaceutical interventions on COVID-19 in Europe. Nature2020 Jun 8. doi: 10.1038/s41586-020-2405-7. Online ahead of print.

Carlsen LN. Comparison of 3 treatment strategies for medication overuse headache: a randomized clinical trial. JAMA Neurol 2020;e201179. doi: 10.1001/jamaneurol.2020.1179. Online ahead of print.

Hayes CJ et al. Impact of opioid dose escalation on pain intensity: a retrospective cohort study. Pain 2020 May;161(5):979-988. doi: 10.1097/j.pain.0000000000001784.

Ludvigsson JF. Children are unlikely to be the main drivers of the COVID-19 pandemic – a systematic review. Acta Paediatr 2020 May 19. doi: 10.1111/apa.15371. Online ahead of prin

Marjan Walli-Attaei et al. Variations between women and men in risk factors, treatments, cardiovascular disease incidence, and death in 27 high-income, middle-income, and low-income countries (PURE): a prospective cohort study. Lancet 2020; S0140-6736(20)30543-2. doi: 10.1016/S0140-6736(20)30543-2. Online ahead of print.

Una finestra sull’open access

  • BMC Family Practice
  • BMC Medical Education
  • BMC Nursing
  • BMJ Open
  • PLOS Medicine

Reset della password

Per favore inserisci la tua email. Riceverai una nuova password via email.