BAL Lazio

Notizie

Donne con diabete: i vantaggi del monitoraggio continuo della glicemia durante la gravidanza

Pubblicato venerdì 5 Gennaio 2018

Le donne con diabete di tipo 1, in stato di gravidanza, sono una popolazione ad alto rischio: uno studio multicentrico randomizzato controllato, pubblicato sul Lancet, ha cercato di valutare gli esiti, per la madre e per il neonato, di un monitoraggio continuo della glicemia (CGM).

Lo studio CONCEPTT
Dal 2013 al 2016 sono state reclutate donne di età compresa tra 18 e 40 anni con diabete di tipo 1 da almeno 12 mesi, in terapia insulinica. Le partecipanti erano incinte (≤13 settimane e 6 giorni di gestazione) o avevano programmato una gravidanza, provenivano da 31 ospedali in Canada, Inghilterra, Scozia, Spagna, Italia, Irlanda, e USA, circa la metà era in sovrappeso o obesa.

325 donne sono state randomizzate al monitoraggio del glucosio con il CGM (n=161) o senza (n=164). È stata rilevata una piccola differenza nell’HbA1c nelle donne incinte che usavano il CGM (differenza media −0,19%; 95% CI −0,34 – −0,03; p=0,0207) rispetto alle donne del gruppo di controllo.

Le donne incinte del gruppo CGM

  • trascorrevano più tempo con i livelli di insulina “in target” (68% vs 61%; p=0,0034) rispetto al gruppo di controllo: ciò significa che nell’arco della giornata i livelli di glicemia erano “in target” per 1,7 ore in più;
  • trascorrevano meno tempo in iperglicemia (27% vs 32%; p=0·0279) rispetto al gruppo di controllo, equivalente a circa 1 ora al giorno in meno in iperglicemia;
  • gli episodi di ipoglicemia severa erano invece simili (18 CGM e 21 i controlli) come anche il tempo trascorso in uno stato di ipoglicemia (3% vs 4%; p=0,10).

Nel gruppo CGM gli esiti neonatali erano significativamente migliori, con una incidenza inferiore di neonati grandi rispetto all’età gestazionale (OR 0,51, 95% CI 0,28 to 0,90; p=0,0210); un numero inferiore di ricoveri in unità di terapia intensiva di una durata superiore a 24 ore (0,48; 0,26-0,86; p=0,0157), minore incidenza di ipoglicemia neonatale (0,45; 0,22-0,89; p=0,0250), e ricovero in ospedale più breve di 1 giorno (p=0,0091).

Come interpretare tali dati?
L’uso del CGM durante la gravidanza in pazienti con diabete di tipo 1 è associato a esiti migliori per i neonati, che, ipotizzano gli autori “sono probabilmente da attribuire a una ridotta esposizione all’iperglicemia materna. La CGM pertanto”, aggiungono, “dovrebbe essere offerta a tutte le donne incinte con diabete di tipo 1 in trattamento insulinico intensivo”.

Fonte:
CONCEPTT Collaborative Group. Continuous glucose monitoring in pregnant women with type 1 diabetes (CONCEPTT): a multicentre international randomised controlled trial. Lancet Volume 390, No. 10110, p2347–2359, 25 November 2017.
Satish K Garg, Satish K Garg, Sarit Polsky. Continuous glucose monitoring in pregnant women with type 1 diabetes. Volume 390, No. 10110, p2329–2331, 25 November 2017

Vedi anche
Regione Lazio, Direzione regionale salute e politiche sociali: Linee prescrittive presidi monitoraggio glicemico – integrazioni e modifiche (PDF) (Determinazione G03039, Direzione regionale salute e politiche sociali, Area risorse farmaceutiche, Ufficio assistenza protesica), 14/03/2017.

Archiviato in , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Accedi agli articoli

Zichi C et al. Adoption of multiple primary endpoints in phase III trials of systemic treatments in patients with advanced solid tumours. A systematic review. Eur j Canc 2021;149:49-60.

Seidler AN et al.; on behalf of the International Liaison Committee On Resuscitation Neonatal Life Support Task Force. Umbilical cord management for newborns <34 weeks' gestation: a meta-analysis. Pediatrics 2021; 147 (3) e20200576.

Gabrhelík R et al. Cannabis use during pregnancy and risk of adverse birth outcomes: a longitudinal cohort study. Eur Addict Res 2020. doi: 10.1159/000510821e

Ouldali N et al. Association of intravenous immunoglobulins plus methylprednisolone vs immunoglobulins alone with course of fever in multisystem inflammatory syndrome in children. JAMA. February 1, 2021. Epub ahead of print. doi:10.1001/jama.2021.0694

Freedman RA et al. Individualizing surveillance mammography for older patients after treatment for early-stage breast cancer: multidisciplinary expert panel and International Society of Geriatric Oncology Consensus Statement. JAMA Oncol. Published online January 28, 2021. doi:10.1001/jamaoncol.2020.7582

Fontanella CA et al. Association of cannabis use with self-harm and mortality risk among youths with mood disorders. JAMA Pediatr. Published online January 19, 2021. doi:10.1001/jamapediatrics.2020.5494

Goldenberg JZ et al. Efficacy and safety of low and very low carbohydrate diets for type 2 diabetes remission: systematic review and meta-analysis of published and unpublished randomized trial data. BMJ 2021;372:m4743

Huang J, Yang F, Chien W, et al. Risk of substance use disorder and its associations with comorbidities and psychotropic agents in patients with autism. JAMA Pediatr. Published online January 04, 2021.

Ezekowitz JA et al. Is there a sex gap in surviving an acute coronary syndrome or subsequent development of heart failure? Circulation, 30 november 2020.

Una finestra sull’open access

  • BMC Family Practice
  • BMC Medical Education
  • BMC Nursing
  • BMJ Open
  • PLOS Medicine

Reset della password

Per favore inserisci la tua email. Riceverai una nuova password via email.