BAL Lazio

Notizie

Glucocorticoidi e rischio di infezioni

Pubblicato giovedì 26 Maggio 2016

Si calcola che circa l’1 per cento della popolazione statunitense e inglese sia stato trattato nel corso della vita con glucocorticoidi sistemici per patologie infiammatorie o autoimmuni, per la terapia del cancro e per evitare il rigetto in caso di trapianto. Si sa che questi farmaci sono molto efficaci in tali patologie, ma sono anche associati a seri effetti collaterali, tra i quali le infezioni.

Per quantificare tale rischio, sono stati confrontati i dati delle prescrizioni farmaceutiche relativi a 275.072 persone adulte trattate con glucocorticoidi per via orale per una durata ≥15 giorni con quelli di soggetti con le stesse patologie, ma non esposti a questo tipo di farmaci. I dati sono stati estratti dalla banca dati di medicina di base, The Health Improvement Network (THIN) britannica, che include anche informazioni sulle diagnosi e i sintomi. 167,626 (60.9%) soggetti ricevevano glucocorticoidi per una delle seguenti patologie: asma, BPCO, artrite reumatoide, malattia infiammatoria intestinale, polimialgia reumatica/arterite a cellule giganti, cancro, malattia dei tessuti connettivi.

Il rischio per le infezioni era significativamente più alto nella popolazione esposta a glucocorticoidi, con hazard ratio da 2.01 (95% CI 1.83–2.19; p < 0.001) per la cellulite a 5.84 (95% CI 5.61–6.08; p < 0.001) per le infezioni del tratto respiratorio inferiore. Non c’erano differenze nel rischio di scabbia, dermatofitosi e varicella. L’aumento relativo del rischio era stabile rispettivamente al tempo di esposizione, a eccezione delle infezioni del tratto respiratorio inferiore e delle candidiasi locali, per le quali era molto più alto durante la prime settimane di esposizione. Il rischio di infezione, inoltre, aumentava con l’età, era superiore nei soggetti con diabete, in quelli ai quali erano state prescritte dosi superiori di glucocorticoidi e in quelli con livelli albumina plasmatica inferiori.

Quali le implicazioni per la pratica clinica? “Questi risultati indicano la necessità di un più attento follow-up nel corso della terapia come anche di vaccinazioni appropriate (per esempio contro l’influenza o lo pneumococco)”, scrivono Lionel Rostaing e Paolo Malvezzi (Clinica universitaria di Nefrologia. A Tronche, Francia). “In secondo luogo”, aggiungono, “chi prescrive glucocorticoidi dovrebbe esaminare attentamente la pelle e le mucose per individuare eventuali micosi (al piede) o candidiasi (bocca). Infine, i soggetti con ipoalbuminemia, così come quelli con diabete, hanno un rischio molto superiore di infezioni se trattati con glucocorticoidi orali e dovrebbero, quindi, esserne informati ed essere attentamente seguiti da chi li ha in cura”.

Fonti:
Fardet L, Petersen I, Nazareth I (2016) Common Infections in Patients Prescribed Systemic Glucocorticoids in Primary Care: A Population-Based Cohort Study. PLoS Med 13(5): e1002024. doi:10.1371/journal.pmed.1002024
Rostaing L, Malvezzi P (2016) Steroid-Based Therapy and Risk of Infectious Complications. PLoS Med 13(5): e1002025. doi:10.1371/journal.pmed.1002025

Tagged ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Accedi agli articoli

Cascino TM, Somanchi S, Colvin M et al. Racial and sex inequities in the use of and outcomes after left ventricular assist device implantation among medicare beneficiaries. JAMA Netw Open 2022;5(7):e2223080.

Ma H et al. Adding salt to foods and hazard of premature mortality. Eur Heart J. 2022 Jul 10:ehac208. doi: 10.1093/eurheartj/ehac208. Epub ahead of print. PMID: 35808995.

Clarke PM et al. The comparative mortality of an elite group in the long run of history: an observational analysis of politicians from 11 countries. Eur J Epidemiol 2022:23:1-9.

Wang P et al. Associations between long-term drought and diarrhea among children under five in low- and middle-income countries. Nat Commun 2022;13(1):3661.

McDonagh MS et al. Cannabis-based products for chronic pain : a systematic review. Ann Intern Med. 2022 Jun 7. doi: 10.7326/M21-4520. Epub ahead of print. PMID: 35667066.

Global Burden of Disease 2019 Cancer Collaboration et al. Cancer Incidence, Mortality, Years of Life Lost, Years Lived With Disability, and Disability-Adjusted Life Years for 29 Cancer Groups From 2010 to 2019: A Systematic Analysis for the Global Burden of Disease Study 2019. JAMA Oncol 2022;8(3):420-444.

Dehmer SP et al. Aspirin use to prevent cardiovascular disease and colorectal cancer: a decision analysis: technical report [Internet]. Rockville (MD): Agency for Healthcare Research and Quality (US); 2015 Sep. Report No.: 15-05229-EF-1.

Ezekowitz JA et al.; SODIUM-HF Investigators. Reduction of dietary sodium to less than 100 mmol in heart failure (SODIUM-HF): an international, open-label, randomised, controlled trial. Lancet 2022:S0140-6736(22)00369-5.

Fang Z et al. The role of mendelian randomization studies in deciphering the effect of obesity on cancer. JNCI: Journal of the National Cancer Institute 2022; 114 (3); 361-71.

Wong Chung JERE et al. Time to functional recovery after laser tonsillotomy performed under local anesthesia vs conventional tonsillectomy with general anesthesia among adults: a randomized clinical trial. JAMA Netw Open 2022;5(2):e2148655. JAMA Netw Open. 2022;5(2):e2148655.

Sundbøll J. Risk of parkinson disease and secondary parkinsonism in myocardial infarction survivors. Journal of the American Heart Association 2022; doi: 10.1161/JAHA.121.022768

Ferroni E et al. Gender related differences in gastrointestinal bleeding with oral anticoagulation in atrial fibrillation. J Cardiovasc Pharmacol Ther 2022;27:10742484211054609.

Una finestra sull’open access

  • BMC Family Practice
  • BMC Medical Education
  • BMC Nursing
  • BMJ Open
  • PLOS Medicine