Home / Notizie / Infezioni da Staphylococcus aureus: le donne…

Infezioni da Staphylococcus aureus: le donne più a rischio

Una revisione sistematica e metanalisi, pubblicata su JAMA Network Open, ha messo in luce che le pazienti di sesso femminile con diagnosi di batteriemia da Staphylococcus aureus corrono un rischio di mortalità più elevato rispetto alle loro controparti maschili.

Guidato da Annette Westgeest del Leiden University Medical Center nei Paesi Bassi, la ricerca ha esaminato i dati di 89 studi che hanno coinvolto 132.582 pazienti, in maggioranza maschi. I risultati hanno rivelato disparità significative nei tassi di mortalità tra i generi.

I dati di mortalità aggiustati di 32 studi hanno mostrato che i pazienti di sesso femminile con batteriemia da Staphylococcus aureus avevano un rischio di mortalità 1,18 volte superiore rispetto ai maschi.

“In genere non pensiamo al sesso dei pazienti come a un fattore importante nell’influenzare la mortalità. Non è un’area che ha ricevuto molta attenzione”, è il commento sorpreso di Joshua Thaden della Duke University School of Medicine

Lo studio ha inoltre identificato i potenziali fattori che contribuiscono alla disparità di genere. Tra le possibili spiegazioni sono stati citati fattori sociali e di trattamento, tra cui il ritardo nel trattamento antibiotico e i pregiudizi di genere nella fornitura di assistenza sanitaria. In particolare, si è riscontrato che le donne ricevevano un trattamento antibiotico di durata inferiore e avevano meno probabilità di sottoporsi a determinate procedure diagnostiche rispetto agli uomini.

Sono state osservate anche variazioni geografiche negli esiti della mortalità, con studi condotti in Nord America che hanno mostrato una differenza significativa nei tassi di mortalità tra maschi e femmine. Mentre non è stata riscontrata alcuna differenza significativa negli studi condotti in Asia orientale, fatto che sottolinea la necessità di ulteriori ricerche sulle variazioni regionali.

Anche se lo studio fornisce sicuramente indicazioni preziose, gli autori hanno riconosciuto anche dei limiti, tra cui la mancanza di differenze di sesso come esito primario nella maggior parte degli studi e il potenziale bias di segnalazione. Ciononostante i risultati mettono in evidenza l’urgenza di affrontare le disparità di genere nella gestione delle infezioni da Staphylococcus aureus e di una ricerca più completa sulle cause sottostanti.

Fonte
Westgeest AC et al. Female sex and mortality in patients with staphylococcus aureus bacteremia: a systematic review and meta-analysis. JAMA Netw Open 2024;7(2):e240473.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *