Home > Notizie > LVAD e disparità razziali e di genere

LVAD e disparità razziali e di genere

Una nuova ricerca condotta dalla Michigan Medicine suggerisce che le pazienti donne e le minoranze etniche con scompenso cardiaco hanno meno probabilità rispetto alle loro controparti maschili e bianche di ricevere dispositivi di assistenza ventricolare sinistra (LVAD).

Da un’analisi dei dati Medicare (2008-2014) sui pazienti con scompenso cardiaco emerge le pazienti di sesso femminile avevano il 7,9% in meno di probabilità di ricevere LVAD rispetto ai pazienti maschi, mentre i pazienti afroamericani avevano il 3,0% in meno rispetto ai beneficiari bianchi, disparità non completamente spiegate dalle caratteristiche cliniche o dai determinanti sociali della salute.

“Questi risultati mostrano che c’è un uso meno frequente di LVAD nei beneficiari di Medicare neri e donne, probabilmente a causa delle differenze nel processo decisionale dei medici causate da razzismo e discriminazione sistemici, da pregiudizi impliciti o dalle preferenze del paziente”, ipotizzano i ricercatori.

Cercando tra tutti i beneficiari Medicare Fee-for-Service ricoverati in ospedale per scompenso cardiaco sistolica dal 2008 al 2014 con almeno 6 mesi di iscrizione continua prima del ricovero, i ricercatori hanno identificato 311.265 pazienti. Ne sono poi stati selezionati 12.310 con una probabilità di utilizzo LVAD di almeno il 5%. Gli esiti primari di interesse per lo studio erano rappresentati dall’aver ricevuto LVAD e dalla mortalità a 1 anno. L’esito secondario era la riammissione a 30 giorni.

Tra i pazienti selezionati ha ricevuto un LVAD il 48,0% del totale. Come già accennato i beneficiari neri avevano il 3,0% (IC 95%, 0,2-5,8%) di probabilità in meno di ricevere LVAD rispetto ai beneficiari bianchi e le donne avevano il 7,9% (IC 95%, 5,6-10,2%) in meno rispetto agli uomini. Nel valutare i tassi di sopravvivenza a 1 anno tra i destinatari di LVAD, i ricercatori hanno scoperto che era del 76% tra i destinatari neri e del 72% tra i destinatari bianchi, mentre per i pazienti maschi e femmine i tassi di sopravvivenza erano rispettivamente del 72% e del 73%.

Fonte
Cascino TM, Somanchi S, Colvin M et al. Racial and sex inequities in the use of and outcomes after left ventricular assist device implantation among medicare beneficiaries. JAMA Netw Open 2022;5(7):e2223080.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *