Home > Notizie > Malattia mammaria benigna e aumento del rischio…

Malattia mammaria benigna e aumento del rischio cancro al seno

Il rischio di cancro al seno è quasi raddoppiato nelle donne a cui è stata diagnosticata una malattia mammaria benigna attraverso lo screening.

Lo studio pubblicato sull’International Journal of Environmental Research and Public Health su oltre 700.000 donne spagnole che hanno preso parte allo screening ha confrontato donne a cui era stata diagnosticata una malattia mammaria benigna, inclusi fibroadenomi e cisti, con donne che non avevano ricevuto nessuna diagnosi. L’ età delle partecipanti era compresa tra i 50 e i 69 anni e tutte avevano aderito a uno screening del seno almeno una volta tra il 1996 e il 2015 in uno dei 20 centri spagnoli. In Spagna a tutte le donne di questa fascia di età viene offerta una mammografia di screening del seno ogni due anni.

I ricercatori hanno seguito le donne fino al 2017. Durante questo periodo a 17.827 donne è stata diagnosticata una malattia mammaria benigna, a 11.708 un cancro al seno.

I dati hanno mostrato che tra le donne con malattia mammaria benigna, a circa 25 su 1000 è stato successivamente diagnosticato un cancro al seno, mentre quelle senza malattia mammaria benigna a circa 15 su 1000. L’aumento del rischio è stato riscontrato nelle donne con malattia mammaria benigna indipendentemente dalla loro età e il rischio persisteva per almeno 20 anni; le donne seguite per meno di 4 anni avevano il 99% in più di probabilità di ricevere una diagnosi di cancro al seno, quelle seguite per 12-20 anni il 96% in più.

Dal punto di vista del cambiamento di politiche che questi risultati potrebbero favorire, la conseguenza più diretta è che a questo gruppo di donne potrebbe essere offerto uno screening più frequente per una diagnosi precoce. Più in generale emerge il fatto che la malattia mammaria benigna è un indicatore chiave di un rischio più elevato di cancro al seno e non soltanto semplicemente di qualcosa che potrebbe trasformarsi in un cancro, visto che spesso si rintraccia la malattia benigna in un seno e poi il cancro si sviluppa nell’altro seno.

Fonte

Román M et al. On behalf of the bele and iris study groups. Long-term risk of breast cancer after diagnosis of benign breast disease by screening mammography. Int J Environ Res Public Health 2022;19(5):2625.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *