Home / Notizie / Nuove raccomandazioni per screening del cancro…

Nuove raccomandazioni per screening del cancro colon-retto

La US Preventive Services Task Force ha aggiornato le sue raccomandazioni per lo screening del cancro del colon-retto. Le nuove linee guida sono state pubblicate sul JAMA.

“Il cancro del colon-retto è una malattia di grande impatto e rappresenta la terza causa di morte per cancro negli Stati Uniti, eppure circa un quarto degli adulti di età compresa tra i 50 e i 75 anni non è mai stato sottoposto a screening per il cancro del colon-retto. La Task Force rivede le sue raccomandazioni ogni cinque anni per assicurarsi che riflettano le ultime ricerche “, spiega Martha Kubik, direttore della School of Nursing presso il College of Health and Human Services della George Mason University, membro della US Preventive Services Task Force (USPSTF).

Per aggiornare le sue raccomandazioni del 2016, l’USPSTF ha esaminato, attraverso una revisione sistematica, i benefici e i danni dello screening negli adulti asintomatici di età uguale o superiore a 40 anni, valutando l’entità del beneficio netto per ciascuna raccomandazione.

Punti chiave:

  • L’età è uno dei più importanti fattori di rischio per il cancro del colon-retto dal momento che l’incidenza è proporzionale all’età. Su queste basi USPSTF ha raccomandato lo screening per tutti gli adulti di età compresa tra 50 e 75 anni, indipendentemente dalla presenza di fattori di rischio, e questa raccomandazione ha un sostanziale beneficio netto.
  • Anche se il rischio di sviluppare un tumore del colon-retto è inferiore negli adulti sotto i 50 anni, le analisi di coorte hanno evidenziato tendenze recenti nell’incidenza del tumore del colon-retto in età più giovane (dati del registro dei tumori dal 2006 al 2015 hanno rivelato un aumento annuo di circa l’1% del cancro del colon e un aumento di quasi il 2% annuo nella fascia 45-50 anni). L’USPSTF ha deciso quindi di raccomandare lo screening anche negli adulti asintomatici trai 45 e i 49 anni a rischio medio. Questa raccomandazione, modificata rispetto al 2016, ha un beneficio netto moderato.
  • Negli adulti di età compresa tra 76 e 85 anni le evidenze suggeriscono che i danni dello screening possono superare i benefici in molti casi. L’USPSTF raccomanda quindi uno screening selettivo in questa fascia di età sulla base allo stato di salute, della storia di screening precedente e delle preferenze del paziente. Il beneficio netto della raccomandazione in questo caso è basso.

Rispetto ai metodi, l’uso di test di visualizzazione diretta e i test basati sulle feci sono raccomandati entrambi. “Con queste linee guida di screening ampliate, la nostra speranza è che più persone vengano sottoposte a screening per il cancro del colon-retto, con conseguente salvataggio di molte più vite”, conclude Kubik. I test disponibili sono molti e sono in grado di proteggere efficacemente gli adulti di età compresa tra 45 e 75 anni. medici e pazienti dovrebbero considerare i pro e i contro delle varie opzioni per aiutare a decidere quale test è il migliore per le loro esigenze individuali.

Fonte
Knudsen AB al. Colorectal cancer screening: an updated modeling study for the US Preventive Services Task Force. JAMA 2021;325(19):1998–2011. doi:10.1001/jama.2021.5746

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *