BAL Lazio

Notizie

Rivaroxaban vs. aspirina finisce pari

Pubblicato venerdì 2 Marzo 2018

Per una profilassi prolungata del tromboembolismo venoso successivamente ad artroplastica dell’anca o del ginocchio, l’aspirina non è meno efficace di rivaroxaban. Sono le conclusioni di uno studio multicentrico, randomizzato, controllato e in doppio cieco appena pubblicato sul New England Journal of Medicine e finanziato dai Canadian Institutes for Health Research.

I ricercatori del gruppo collaborativo identificato con l’acronimo EPCAT hanno arruolato circa 3500 pazienti (età media 62,8 anni, 47,8% uomini) sottoposti ad artroplastica sostitutiva del ginocchio (n=1620) e dell’anca (n=1804). Tutti hanno ricevuto una terapia postoperatoria iniziale di 5 giorni a base di rivaroxaban (10 mg), anticoagulante orale di recente introduzione. Successivamente, i pazienti con sostituzione del ginocchio sono stati randomizzati a una profilassi aggiuntiva di 9 giorni con aspirina a basso dosaggio (81 mg) o rivaroxaban (10 mg); nei pazienti operati per la sostituzione dell’anca – ugualmente randomizzati e assegnati a due bracci – la profilassi aggiuntiva ha avuto una durata di 30 giorni.

L’incidenza di tromboembolismo venoso sintomatico a 90 giorni (l’esito primario di efficacia) era simile nei due gruppi (0,64% dei pazienti nel gruppo trattato con aspirina e 0,70% nel gruppo trattato con rivaroxaban); anche la numerosità degli episodi di sanguinamento (l’esito primario per quanto concerne la sicurezza) era simile (0,47% dei pazienti nel gruppo trattato con aspirina e nello 0,29% dei pazienti nel gruppo rivaroxaban).

Un editoriale di accompagnamento sul New England Journal of Medicine di David Garcia, della University of Washington a Seattle, invita a guardare a questi risultati come a quelli che probabilmente potranno cambiare la pratica. Lo studio “ha stabilito un regime di profilassi contro il quale verranno confrontate tutte le strategie per prevenire il tromboembolismo venoso dopo la sostituzione dell’articolazione”. Il confronto diretto tra le due terapie può essere considerato uno dei pregi maggiori dello studio. Un limite – osserva un commentatore su Medscape – è l’incertezza sul determinante degli eventi tromboembolici che si sono comunque verificati, che potrebbe essere nell’impiego di rivaroxaban nei primi 5 giorni postoperatori o nei due farmaci utilizzati nella profilassi a lungo termine.

Non è d’accordo con Garcia il presidente dell’American Academy of Orthopaedic Surgeons, Kevin Bozic, che sostiene che da anni le società scientifiche statunitensi hanno già data per scontata l’equivalenza tra NAO e altri farmaci nella profilassi postoperatoria. “L’importante è che i pazienti siano assegnati a una terapia, non importa quale”.

Fonti
Anderson DR et al. Aspirin or Rivaroxaban for VTE prophylaxis after hip or knee arthroplasty. N Engl J Med 2018; 378: 699-707.
Garcia D. Hybrid strategy to prevent venous thromboembolism after joint arthroplasty. N Engl J Med 2018; 378: 762-763.

Tagged

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Accedi agli articoli

Dehmer SP et al. Aspirin use to prevent cardiovascular disease and colorectal cancer: a decision analysis: technical report [Internet]. Rockville (MD): Agency for Healthcare Research and Quality (US); 2015 Sep. Report No.: 15-05229-EF-1.

Ezekowitz JA et al.; SODIUM-HF Investigators. Reduction of dietary sodium to less than 100 mmol in heart failure (SODIUM-HF): an international, open-label, randomised, controlled trial. Lancet 2022:S0140-6736(22)00369-5.

Fang Z et al. The role of mendelian randomization studies in deciphering the effect of obesity on cancer. JNCI: Journal of the National Cancer Institute 2022; 114 (3); 361-71.

Wong Chung JERE et al. Time to functional recovery after laser tonsillotomy performed under local anesthesia vs conventional tonsillectomy with general anesthesia among adults: a randomized clinical trial. JAMA Netw Open 2022;5(2):e2148655. JAMA Netw Open. 2022;5(2):e2148655.

Sundbøll J. Risk of parkinson disease and secondary parkinsonism in myocardial infarction survivors. Journal of the American Heart Association 2022; doi: 10.1161/JAHA.121.022768

Ferroni E et al. Gender related differences in gastrointestinal bleeding with oral anticoagulation in atrial fibrillation. J Cardiovasc Pharmacol Ther 2022;27:10742484211054609.

Lowenstein M et al. Sustained implementation of a multicomponent strategy to increase emergency department-initiated interventions for opioid use disorder. Ann Emerg Med 2021:S0196-0644(21)01380-9.

Okereke OI et al. Effect of long-term supplementation with marine omega-3 fatty acids vs placebo on risk of depression or clinically relevant depressive symptoms and on change in mood scores: a randomized clinical trial. JAMA 2021;326(23):2385-2394.

Gaillard EA et al. European Respiratory Society clinical practice guidelines for the diagnosis of asthma in children aged 5-16 years. Eur Respir J 2021;58(5):2004173.

Slomski A. Thousands of US youths cope with the trauma of losing parents to COVID-19. JAMA. Published online November 17, 2021.

Hillis SD, Blenkinsop A, Villaveces A, et al. COVID-19-associated orphanhood and caregiver death in the United States. Pediatrics. 2021 Oct 7:e2021053760.

Una finestra sull’open access

  • BMC Family Practice
  • BMC Medical Education
  • BMC Nursing
  • BMJ Open
  • PLOS Medicine