BAL Lazio

Notizie

Terapia ormonale sostitutiva e rischio di cancro al seno: l’associazione è confermata

Pubblicato martedì 3 Novembre 2020

Un ampio studio osservazionale pubblicato sul BMJ conferma l’associazione tra l’uso della terapia ormonale sostitutiva e l’aumento del rischio di cancro al seno, in particolare per le donne anziane.

La terapia ormonale sostitutiva viene utilizzata per alleviare i sintomi tipici della menopausa, per esempio le vampate di calore e sudorazioni notturne. I trattamenti includono compresse contenenti solo estrogeni o una combinazione di estrogeni e progestinici, ma la terapia può avvenire anche attraverso cerotti, gel e creme. Precedenti ricerche hanno dimostrato che l’uso a lungo termine di compresse per la terapia ormonale sostitutiva è associato a maggiori rischi di cancro al seno, soprattutto a causa di progestinici. L’anno scorso, una vasta meta-analisi ha riportato rischi di cancro al seno più elevati del previsto associati alla terapia ormonale sostitutiva, ma c’è ancora incertezza sui rischi associati a diversi tipi e durate di terapia ormonale sostitutiva. I ricercatori delle Università di Nottingham e Oxford si sono proposti quindi di valutare le differenze nei rischi di cancro al seno associati ai singoli ormoni utilizzati nella terapia.

Per lo studio sono stati utilizzati due database di cure primarie inglesi (QResearch e CPRD) collegati ai registri ospedalieri per confrontare le prescrizioni di terapia ormonale sostitutiva per 98.611 donne di età compresa tra 50 e 79 anni – a cui è stato diagnosticato un cancro al seno tra il 1998 e il 2018 – con quelle di 457.498 donne pari età  (e afferenti alla stessa medicina generale) che non hanno sviluppato il cancro al seno.

L’analisi ha riguardato il tipo di terapia ormonale sostitutiva (solo estrogeni e terapia combinata estrogenica e progestinica), l’uso recente (1-5 anni) e passato (5 o più anni) e il periodo di utilizzo (breve termine – meno di 5 anni oppure lungo termine – 5 anni o più).

Tra i fattori rilevanti presi in considerazione c’erano il fumo, il consumo di alcol, condizioni preesistenti (comorbilità), storia familiare e altri farmaci prescritti.

Nel complesso, l’esposizione alla terapia ormonale era più comune tra i casi di cancro al seno rispetto ai controlli (34% contro 31%). Gli aumenti del rischio erano per lo più associati ai trattamenti estro-progestinici, ma piccoli aumenti si riscontravano anche nei trattamenti a base di soli estrogeni.

Ad esempio, per le utilizzatrici a lungo termine, rispetto al “nessun uso”, si è verificato un aumento del rischio associato del 15% di sviluppare il cancro al seno per la terapia con soli estrogeni, mentre per la terapia combinata (estrogeni e progestinici) l’aumento è stato del 79% (odds ratio aggiustato 1,15; IC 95% 1,09-1,21 e 1,79, 1,73-1,85, rispettivamente).

L’uso passato a lungo termine della terapia a base di soli estrogeni e l’uso passato a breve termine di estro-progestinici non sono stati associati a un aumento del rischio. Tuttavia, il rischio associato all’uso in passato a lungo termine di estro-progestinici è rimasto aumentato (16%) (IC 95% 1,11-1,21).

In generale quindi lo studio conferma che l’esposizione alla maggior parte dei farmaci per la terapia ormonale sostitutiva è associata a un aumento del rischio di cancro al seno e che i livelli di rischio variano tra i tipi di terapia ormonale sostitutiva, con rischi più elevati per i trattamenti ormonali combinati e per una maggiore durata di utilizzo. Tuttavia, quegli stessi risultati suggeriscono anche un minore aumento dei rischi di cancro al seno associato all’uso di una terapia ormonale sostitutiva a lungo termine e un calo più pronunciato del rischio una volta che la terapia viene interrotta, fornendo un certo controbilanciamento ai rischi più alti del previsto riportati nella metanalisi pubblicata nel 2019 che rappresenta il principale riferimento dello studio.

Fonte
Collaborative Group on Hormonal Factors in Breast Cancer. Type and timing of menopausal hormone therapy and breast cancer risk: individual participant meta-analysis of the worldwide epidemiological evidence. Lancet 2019;394(10204):1159-68.
Vinogradova Y et al. Use of hormone replacement therapy and risk of breast cancer: nested case-control studies using the QResearch and CPRD databases. BMJ 2020; 371 :m3873

Tagged ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Accedi agli articoli

Cascino TM, Somanchi S, Colvin M et al. Racial and sex inequities in the use of and outcomes after left ventricular assist device implantation among medicare beneficiaries. JAMA Netw Open 2022;5(7):e2223080.

Ma H et al. Adding salt to foods and hazard of premature mortality. Eur Heart J. 2022 Jul 10:ehac208. doi: 10.1093/eurheartj/ehac208. Epub ahead of print. PMID: 35808995.

Clarke PM et al. The comparative mortality of an elite group in the long run of history: an observational analysis of politicians from 11 countries. Eur J Epidemiol 2022:23:1-9.

Wang P et al. Associations between long-term drought and diarrhea among children under five in low- and middle-income countries. Nat Commun 2022;13(1):3661.

McDonagh MS et al. Cannabis-based products for chronic pain : a systematic review. Ann Intern Med. 2022 Jun 7. doi: 10.7326/M21-4520. Epub ahead of print. PMID: 35667066.

Global Burden of Disease 2019 Cancer Collaboration et al. Cancer Incidence, Mortality, Years of Life Lost, Years Lived With Disability, and Disability-Adjusted Life Years for 29 Cancer Groups From 2010 to 2019: A Systematic Analysis for the Global Burden of Disease Study 2019. JAMA Oncol 2022;8(3):420-444.

Dehmer SP et al. Aspirin use to prevent cardiovascular disease and colorectal cancer: a decision analysis: technical report [Internet]. Rockville (MD): Agency for Healthcare Research and Quality (US); 2015 Sep. Report No.: 15-05229-EF-1.

Ezekowitz JA et al.; SODIUM-HF Investigators. Reduction of dietary sodium to less than 100 mmol in heart failure (SODIUM-HF): an international, open-label, randomised, controlled trial. Lancet 2022:S0140-6736(22)00369-5.

Fang Z et al. The role of mendelian randomization studies in deciphering the effect of obesity on cancer. JNCI: Journal of the National Cancer Institute 2022; 114 (3); 361-71.

Wong Chung JERE et al. Time to functional recovery after laser tonsillotomy performed under local anesthesia vs conventional tonsillectomy with general anesthesia among adults: a randomized clinical trial. JAMA Netw Open 2022;5(2):e2148655. JAMA Netw Open. 2022;5(2):e2148655.

Sundbøll J. Risk of parkinson disease and secondary parkinsonism in myocardial infarction survivors. Journal of the American Heart Association 2022; doi: 10.1161/JAHA.121.022768

Ferroni E et al. Gender related differences in gastrointestinal bleeding with oral anticoagulation in atrial fibrillation. J Cardiovasc Pharmacol Ther 2022;27:10742484211054609.

Una finestra sull’open access

  • BMC Family Practice
  • BMC Medical Education
  • BMC Nursing
  • BMJ Open
  • PLOS Medicine