Home / Notizie / Aree tematiche / EBM - Evidence-Based Medicine / Trent’anni di evidence based medicine:…

Trent’anni di evidence based medicine: cosa è cambiato, cosa deve ancora cambiare

Trent’anni dopo la pubblicazione delle “User’s Guide to the Medical Literature”, il convegno annuale dell’Associazione Alessandro Liberati – Cochrane Affiliate Centre (Bologna, 30 settembre 2022) rappresenta l’occasione per ripensare al valore aggiunto della evidence based medicine come strumento di pensiero critico nella ricerca biomedica, ai modi per favorire la sostenibilità di un sistema sanitario universalistico e soprattutto a cosa si può e si deve fare meglio nella produzione e nell’utilizzo delle prove.

La strada è ancora una volta quella tracciata da Alessandro Liberati, uno dei pionieri in Italia della medicina basata sulle prove. Si tratta di cercare le prove più rilevanti, in grado di essere comunicate e condivise con i pazienti e soprattutto non legate ad altri interessi che non siano quelli della cura delle persone.

Sede dell’evento

Sala Marchetti

Istituto Ortopedico Rizzoli Centro di Ricerca

via di Barbiano 1/10

40136 Bologna

 

PROGRAMMA (qui in formato pdf)

9.30

Arrivo dei partecipanti e registrazione

10.00-10.15

Benvenuto e considerazioni generali

Saluto della direzione Istituto Ortopedico Rizzoli

Maria Grazia Celani (Azienda Ospedaliera Perugia – AssociALi)

Salvatore Ferro (Regione Emilia-Romagna)

10.15-11.45

Sessione 1. EBM per favorire sostenibilità e ricerca utile

moderano Antonio Clavenna, Silvana Urru

Sostenibilità del Servizio Sanitario Nazionale: il ruolo dell’EBM e la visione di Alessandro Liberati

Nerina Dirindin (Associazione Salute Diritto Fondamentale)

La ricerca biomedica in Italia, cosa (non) è cambiato negli ultimi 10 anni

Rita Banzi (Istituto Mario Negri, Milano)

Pro e contro delle approvazioni accelerate dei trattamenti da parte delle agenzie regolatorie

Annalisa Campomori (U.O. Farmacia Ospedaliera, Trento)

Discussione

11.45-13.00

Sessione 2. EBM oltre la medicina: il contesto ambientale e mediatico

moderano Fabio Ambrosino, Roberto Buzzetti

I principi EBM applicati ai determinanti sociali e ambientali della salute

Massimo Stafoggia (Dipartimento di Epidemiologia, Ssr del Lazio, Asl Roma 1)

Trasferire gli strumenti critici della EBM al pubblico: un obiettivo possibile o necessario?

Luca De Fiore (Il Pensiero Scientifico Editore – AssociALi)

Discussione

13.00-14.00

Pranzo

14.00-16.20

Sessione 3. EBM: dalla ricerca ai pazienti

moderano Rebecca De Fiore, Raffaele Rasoini

Per una ricerca annidata nella pratica

Gianni Tognoni (Tribunale permanente dei popoli)

Le prove, l’esperienza, il paziente. Come farli andare d’accordo

Guido Giustetto (OMCeO, Torino)

Discussione

I benefici attesi dai pazienti informati: un caso clinico in oncologia

Giuseppe Longo & Alessandra Pederzoli (Università di Modena e Reggio Emilia)

Le conseguenze inattese delle buone intenzioni: un caso clinico di low-value care in cardiologia

Camilla Alderighi (Cardiologa – AssociALi)

Terapia con aspirina: protezione con PPI? Un caso clinico in gastroenterologia

Maurizio Koch (Ospedale S. Filippo Neri, Roma)

Discussione

16.20-16.30

Conclusioni

Giulio Formoso (Azienda USL, IRCCS di Reggio Emilia – AssociALi)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *