BAL Lazio

Notizie

Un algoritmo per le donne in gravidanza ai tempi del Covid-19

Pubblicato mercoledì 18 Marzo 2020

Sull’ultimo numero di Lancet alcuni ricercatori dell’Unità Materno-fetale ed Ostetricia dell’Ospedale Universitario di Losanna, hanno proposto delle linee guida per la gestione delle donne in gravidanza con sospetta infezione al SARS-Cov-2.

In questa fase d’incertezza e in assenza di prove scientifiche riguardo agli esiti avversi specifici per questo virus, le raccomandazioni proposte dai ricercatori sono basate sui risultati degli studi effettuati sulle donne in gravidanza colpite da sindrome respiratoria acuta grave (SARS) e da sindrome respiratoria mediorientale (MERS), coronavirus che causano esiti avversi gravi, come l’interruzione o il parto prematuro, nonché la morte della madre in casi estremi.

Le donne in gravidanza che hanno viaggiato in un paese colpito da SARS-CoV-2 nei 14 giorni precedenti o che hanno avuto uno stretto contatto con una persona con infezione confermata SARS-CoV-2, dovrebbero sottoporsi ad un tampone naso-faringeo, anche se asintomatiche.

Nel caso di infezione da SARS-CoV-2 confermata in laboratorio, anche se asintomatica, la donna in gravidanza dovrebbe rimanere in regime di isolamento nella propria abitazione per almeno 14 giorni e sottoporsi ad un monitoraggio ecografico, per la valutazione della crescita fetale, e ultrasonografia Doppler, a causa del potenziale rischio di diminuzione della crescita intrauterina del feto.

Le donne in gravidanza con confermata infezione da SARS-CoV-2 devono essere assistite in regime di isolamento. Per la diagnosi della condizione l’imaging del torace, preferibilmente mediante la TAC, è raccomandato per tutte le donne in gravidanza con infezione da SARS–CoV 2. In caso di sospetta sepsi è necessario il trasferimento ad un’unità di terapia intensiva.

Per le donne in gravidanza con confermata infezione, la scelta di effettuare il parto preventivo deve essere oggetto di valutazione, a seconda dell’età gestazionale e delle condizioni materne e fetali.

Quando possibile dovrebbe essere favorito il parto vaginale tramite induzione del travaglio, con eventuale parto assistito o strumentale, per evitare inutili complicazioni chirurgiche. Lo shock settico, l’insufficienza acuta respiratoria o il disagio fetale dovrebbero indurre la scelta del parto cesareo di emergenza (o la cessazione della gravidanza, se nei tempi previsti dalla legge).

I neonati di madri positive per SARS-CoV-2 devono essere isolati per almeno 14 giorni, periodo durante il quale non è raccomandato l’allattamento al seno.

Fonte
Favre G, Pomar L, Qi X, Nielsen-Saines K, Musso D, Baud D. Guidelines for pregnant women with suspected SARS-CoV-2 infection. Lancet Infect Dis 2020; published online March 3. http://dx.doi.org/10.1016/S1473-3099(20)30157-2.

Archiviato in ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Accedi agli articoli

Zichi C et al. Adoption of multiple primary endpoints in phase III trials of systemic treatments in patients with advanced solid tumours. A systematic review. Eur j Canc 2021;149:49-60.

Seidler AN et al.; on behalf of the International Liaison Committee On Resuscitation Neonatal Life Support Task Force. Umbilical cord management for newborns <34 weeks' gestation: a meta-analysis. Pediatrics 2021; 147 (3) e20200576.

Gabrhelík R et al. Cannabis use during pregnancy and risk of adverse birth outcomes: a longitudinal cohort study. Eur Addict Res 2020. doi: 10.1159/000510821e

Ouldali N et al. Association of intravenous immunoglobulins plus methylprednisolone vs immunoglobulins alone with course of fever in multisystem inflammatory syndrome in children. JAMA. February 1, 2021. Epub ahead of print. doi:10.1001/jama.2021.0694

Freedman RA et al. Individualizing surveillance mammography for older patients after treatment for early-stage breast cancer: multidisciplinary expert panel and International Society of Geriatric Oncology Consensus Statement. JAMA Oncol. Published online January 28, 2021. doi:10.1001/jamaoncol.2020.7582

Fontanella CA et al. Association of cannabis use with self-harm and mortality risk among youths with mood disorders. JAMA Pediatr. Published online January 19, 2021. doi:10.1001/jamapediatrics.2020.5494

Goldenberg JZ et al. Efficacy and safety of low and very low carbohydrate diets for type 2 diabetes remission: systematic review and meta-analysis of published and unpublished randomized trial data. BMJ 2021;372:m4743

Huang J, Yang F, Chien W, et al. Risk of substance use disorder and its associations with comorbidities and psychotropic agents in patients with autism. JAMA Pediatr. Published online January 04, 2021.

Ezekowitz JA et al. Is there a sex gap in surviving an acute coronary syndrome or subsequent development of heart failure? Circulation, 30 november 2020.

Una finestra sull’open access

  • BMC Family Practice
  • BMC Medical Education
  • BMC Nursing
  • BMJ Open
  • PLOS Medicine

Reset della password

Per favore inserisci la tua email. Riceverai una nuova password via email.