BAL Lazio

Media

GRADE, linee guida e epidemiologia ambientale

Pubblicato mercoledì 6 Luglio 2016

Il 14 giugno si è svolto a Roma il seminario Uso del sistema GRADE per la valutazione dell’evidenza scientifica in campo clinico e ambientale tenuto dal prof. Holger Schünemann (Department of Clinical Epidemiology & Biostatistics, McMaster University, Canada) e organizzato dal Dipartimento di Epidemiologia del SSR Regione Lazio.

Abbiamo chiesto a Laura Amato (DEP Lazio) una breve introduzione al seminario: “In questo momento ci sembra particolarmente opportuno fare una riflessione su come vengono prodotte le linee guida anche in Italia, proprio alla luce del recente decreto che prevede che le società scientifiche possano produrre le linee guida che poi vengono pubblicate sul sito dell’Istituto Superiore di Sanità. Inoltre nel nostro dipartimento c’è anche una buona esperienza nel campo dell’epidemiologia ambientale e il metodo GRADE sta cercando proprio in questo periodo di sviluppare un sistema per la valutazione della qualità delle prove anche in studi che non sono studi controllati randomizzati, che sono tipicamente quelli che si trovano quando si valutano studi di tipo ambientale.Ci è sembrato quindi opportuno, avendo la possibilità di avere Holger Schünemann qui a Roma, organizzare un seminario al dipartimento.”

Alcune considerazioni conclusive di Marina Davoli (DEP Lazio): “Questo seminario sul GRADE, sia in epidemiologia ambientale, sia in epidemiologia clinica, ci dimostra quanto le due epidemiologie siano molto più simili di quello che tante volte si pensa e quanto il problema centrale è, in entrambi i casi, quello di dimostrare quanto una relazione tra una esposizione, nel caso dell’epidemiologia ambientale, oppure un intervento, nel caso dell’epidemiologia clinica, abbia una relazione causale con l’effetto che determina. In fondo, anche il nuovo approccio del GRADE nella valutazione della qualità delle prove, e non dei singoli tipi di disegno di studio, va verso  quello che Iain Chalmers ci ha insegnato, che la scienza è cumulativa, e che quindi ogni piccolo pezzetto di scienza deve contribuire e fa parte della valutazione della conoscenza”.

Videointervista a Laura Amato e Marina Davoli:
GRADE, linee guida e epidemiologia ambientale

 

 

Tagged , ,

One thought on “GRADE, linee guida e epidemiologia ambientale”

  1. Domenico toraldo ha detto:

    Mi sembra una buona strada da percorrere. Questo metodo si deve estendere alle attuali linee guida di trattamento delle varie malattie compresa la BPCO.
    Le evidenze scientifiche sono discutibili e cio permette ad ogni Azienda farmaceutica di proporre una visione particolare di ogni tipo di trattamento farmacologico. Noi clinici se non ci difendiamo studiando bene gli studi proposti siamo alla mercé degli informatori.
    Questo metodo che non conosco,potrebbe aiutarci ad orientare meglio le prescrizioni dei farmaci in modo corretto.
    Grazie delle future informazioni ed aggiornamenti
    Toraldo D M

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Accedi agli articoli

Dehmer SP et al. Aspirin use to prevent cardiovascular disease and colorectal cancer: a decision analysis: technical report [Internet]. Rockville (MD): Agency for Healthcare Research and Quality (US); 2015 Sep. Report No.: 15-05229-EF-1.

Ezekowitz JA et al.; SODIUM-HF Investigators. Reduction of dietary sodium to less than 100 mmol in heart failure (SODIUM-HF): an international, open-label, randomised, controlled trial. Lancet 2022:S0140-6736(22)00369-5.

Fang Z et al. The role of mendelian randomization studies in deciphering the effect of obesity on cancer. JNCI: Journal of the National Cancer Institute 2022; 114 (3); 361-71.

Wong Chung JERE et al. Time to functional recovery after laser tonsillotomy performed under local anesthesia vs conventional tonsillectomy with general anesthesia among adults: a randomized clinical trial. JAMA Netw Open 2022;5(2):e2148655. JAMA Netw Open. 2022;5(2):e2148655.

Sundbøll J. Risk of parkinson disease and secondary parkinsonism in myocardial infarction survivors. Journal of the American Heart Association 2022; doi: 10.1161/JAHA.121.022768

Ferroni E et al. Gender related differences in gastrointestinal bleeding with oral anticoagulation in atrial fibrillation. J Cardiovasc Pharmacol Ther 2022;27:10742484211054609.

Lowenstein M et al. Sustained implementation of a multicomponent strategy to increase emergency department-initiated interventions for opioid use disorder. Ann Emerg Med 2021:S0196-0644(21)01380-9.

Okereke OI et al. Effect of long-term supplementation with marine omega-3 fatty acids vs placebo on risk of depression or clinically relevant depressive symptoms and on change in mood scores: a randomized clinical trial. JAMA 2021;326(23):2385-2394.

Gaillard EA et al. European Respiratory Society clinical practice guidelines for the diagnosis of asthma in children aged 5-16 years. Eur Respir J 2021;58(5):2004173.

Slomski A. Thousands of US youths cope with the trauma of losing parents to COVID-19. JAMA. Published online November 17, 2021.

Hillis SD, Blenkinsop A, Villaveces A, et al. COVID-19-associated orphanhood and caregiver death in the United States. Pediatrics. 2021 Oct 7:e2021053760.

Una finestra sull’open access

  • BMC Family Practice
  • BMC Medical Education
  • BMC Nursing
  • BMJ Open
  • PLOS Medicine